} -->

Cicerchiata marchigiana

2.2.14

cicerchiata
[ci-cer-chià-ta]

 Dolce tipico dell'Italia centromeridionale che consiste in palline fritte, di farina e uova impastate con miele


versione bianca


versione nera



Ingredienti: 
(le dosi si riferiscono a due forme da 250 gr ciascuna)

3 uova
2 cucchiai di mistrà Varnelli (consigliato),cointreau
2 cucchiai di olio evo o di semi di girasole bio
2 cucchiai di zucchero di canna
250 gr circa di farina tipo 2
scorza di limone grattugiata

Per condire - versione bianca:
frutta secca tritata al coltello (noci, nocciole, mandorle)
100 gr miele millefiori
80 gr di zucchero di canna

Per condire - versione nera:
frutta secca tritata al coltello (noci, nocciole, mandorle)
100 gr miele millefiori
80 gr di zucchero di canna
2 cucchiai di cacao amaro


Preparazione:
Montare a neve le chiare e poi unirle ai rossi sbattuti. 
Aggiungere l'olio, lo zucchero e un pizzico di sale. In ultimo i due cucchiai di liquore (per non far cuocere le uova, versare prima un po' di farina sull'impasto). 
Amalgamare bene il tutto e poi versare a poco a poco la farina restante fino ad ottenere un impasto morbido ma non appiccicoso.
Far riposare un'oretta circa.
A questo punto bisogna, armati di tanta pazienza, preparare dei filoncini sottili da cui ricavare dei piccolissimi pezzettini di massa (potete dare la forma di piccole palline). Non preoccupatevi se i "cicini" (come dice nonna Rosa) sono troppo piccoli, in cottura aumentano molto di dimensione.

Friggere in olio bollente e mettere a scolare per bene.
Una volta che avete pronti tutti i cicini si può iniziare a preparare il condimento.

Io ho preparato due versioni. Una bianca semplice e una con aggiunta di cacao.

Far sciogliere il miele e lo zucchero in una padella ampia, unire metà delle palline (circa 250 gr) e mescolare bene. Aggiungere la frutta secca tritata e continuare a mescolare. Una volta che tutto è ben amalgamato, versare su una tavola bagnata e con le mani dare la forma desiderata. 
Lasciar freddare bene per qualche ora.

Per la variante al cioccolato ho semplicemente aggiunto un paio di cucchiai di cacao amaro dopo aver unito la frutta secca.

Buon appetito :)




Con questa ricetta partecipo al contest 
“A Carnevale ogni ricetta vale, di LellaCook & Enoteca Longo”



                



2 commenti:

  1. che ricordi! noi l'abbiamo sempre fatta in versione nera....mi sa che quest'anno ci provo!

    RispondiElimina
  2. ...senza cicerchiata non è carnevale qui da me!!!! :) Bianca è ottima perché più ricca di frutta secca...

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...