} -->

Fette biscottate all'anice

28.2.14




Ingredienti:
190 gr di Pasta Madre
70 gr di olio evo
100 gr di acqua (o succo mela)
180 gr di malto di riso
3 cucchiai di semi di anice
450 gr di farina circa
un pizzico di sale


Preparazione:
Rinfrescare la sera prima la Pasta Madre.
La mattina pesare 190 gr di pasta madre rinfrescata e scioglierla con l'acqua, l'olio e il malto. Mescolare bene, aggiungere i semini di anice, il sale e a poco a poco la farina (io ho usato una farina tipo 2). A questo punto impastare fino ad ottenere un panetto liscio e omogeneo che non si appiccica alle mani. Lasciare lievitare in uno stampo da plumcake per 6/8 ore. Cuocere in forno già caldo a 170° per 40 minuti circa.
Quando il filone si è ben freddato, tagliarlo a fette e tostare a 120° fino a doratura.



Frappe rivisitate

22.2.14



Siamo quasi a Carnevale e le frappe, sfrappe o chiacchiere, come le vogliamo chiamare sono d'obbligo in questi giorni... 
Prima di fare la versione classica ho voluto sperimentare qualche variante, così oggi armata di santa pazienza ho girovagato in internet e alla fine mi sono ispirata a questa ricetta qui, modificandola in base alla mia esperienza e ai miei gusti!



Ingredienti:
250 gr di farina tipo 2
50 gr di vino bianco aromatizzato con semi di anice
4/5 cucchiai di olio evo
1 cucchiaino di amido di mais
4 cucchiai di zucchero di canna
pizzico di sale
cioccolato fondente (per glassare)



Procedimento:
Lasciare aromatizzare il vino bianco con dei semi di anice per almeno 30 minuti e poi toglierli. Unire al vino e l'olio lo zucchero e mescolare bene. Aggiungere l'amido di mais e la farina a poco a poco (in base a quanta ne tira) fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo. A questo punto lasciar riposare la pasta per una ventina di minuti. 
Iniziare a stendere l'impasto sottile e fare delle pieghe per inglobare l'aria. 
Continuare con le pieghe per diverse volte e in ultimo stendere l'impasto abbastanza sottile. Con l'apposita rotella dentata ricavare delle strisce e infornare le frappe a 180° per 10 minuti. 
Una volta dorate, aspettare che siano ben fredde. Nel frattempo iniziare a temperare il cioccolato e utilizzarlo per decorare le strisce. Non resta che attendere che il cioccolato si solidifichi e sono pronte per essere servite. Il risultato è delizioso....sono biscottate, croccanti e gustosissime...buon appetito!!!!


NB. Segnalo un articolo molto interessante qui su come temperare il cioccolato.

Friday Favorites

14.2.14

Home decor - heart Post It 

Una dolcissima idea per dire....ti voglio bene!!!





Happy Valentine


Come arredare e organizzare l'ingresso di casa

10.2.14

L'ingresso è uno spazio importante della casa anche se troppo spesso trascurato: ci accoglie quando torniamo nella nostra casa e se ben organizzato serve a raccogliere molte delle cose che utilizziamo quotidianamente come giacche, cappotti, ombrelli, borse, scarpe, sciarpe ecc, che altrimenti finirebbero in giro creando confusione e disordine...

...ecco allora qualche idea per arredare o creare un ingresso anche dove in realtà non c'è...









Le immagini pubblicate sono qui. Per altre idee visitate la mia cartella Pinterest.


Happy Monday



Friday Favourites

7.2.14


un'idea per decorare la tavola con materiali semplici...


Cicerchiata marchigiana

2.2.14

cicerchiata
[ci-cer-chià-ta]

 Dolce tipico dell'Italia centromeridionale che consiste in palline fritte, di farina e uova impastate con miele


versione bianca


versione nera



Ingredienti: 
(le dosi si riferiscono a due forme da 250 gr ciascuna)

3 uova
2 cucchiai di mistrà Varnelli (consigliato),cointreau
2 cucchiai di olio evo o di semi di girasole bio
2 cucchiai di zucchero di canna
250 gr circa di farina tipo 2
scorza di limone grattugiata

Per condire - versione bianca:
frutta secca tritata al coltello (noci, nocciole, mandorle)
100 gr miele millefiori
80 gr di zucchero di canna

Per condire - versione nera:
frutta secca tritata al coltello (noci, nocciole, mandorle)
100 gr miele millefiori
80 gr di zucchero di canna
2 cucchiai di cacao amaro


Preparazione:
Montare a neve le chiare e poi unirle ai rossi sbattuti. 
Aggiungere l'olio, lo zucchero e un pizzico di sale. In ultimo i due cucchiai di liquore (per non far cuocere le uova, versare prima un po' di farina sull'impasto). 
Amalgamare bene il tutto e poi versare a poco a poco la farina restante fino ad ottenere un impasto morbido ma non appiccicoso.
Far riposare un'oretta circa.
A questo punto bisogna, armati di tanta pazienza, preparare dei filoncini sottili da cui ricavare dei piccolissimi pezzettini di massa (potete dare la forma di piccole palline). Non preoccupatevi se i "cicini" (come dice nonna Rosa) sono troppo piccoli, in cottura aumentano molto di dimensione.

Friggere in olio bollente e mettere a scolare per bene.
Una volta che avete pronti tutti i cicini si può iniziare a preparare il condimento.

Io ho preparato due versioni. Una bianca semplice e una con aggiunta di cacao.

Far sciogliere il miele e lo zucchero in una padella ampia, unire metà delle palline (circa 250 gr) e mescolare bene. Aggiungere la frutta secca tritata e continuare a mescolare. Una volta che tutto è ben amalgamato, versare su una tavola bagnata e con le mani dare la forma desiderata. 
Lasciar freddare bene per qualche ora.

Per la variante al cioccolato ho semplicemente aggiunto un paio di cucchiai di cacao amaro dopo aver unito la frutta secca.

Buon appetito :)




Con questa ricetta partecipo al contest 
“A Carnevale ogni ricetta vale, di LellaCook & Enoteca Longo”



                



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...