} -->

Decorare le pareti della camera dei bambini

3.10.13

La camera per un bambino piccolo è un mondo, il suo mondo, una realtà dove trascorrere gran parte del tempo. Un luogo per giocare, fantasticare, sognare, divertirsi, studiare e dormire. La decorazione di questa stanza non può limitarsi alla tinteggiatura delle pareti e vi prego non il solito rosa per le bambine e celeste per i maschietti!!!
Ovviamente l'arredamento gioca un ruolo importantissimo in tutto questo e andrebbe scelto con grande cura, cercando di soddisfare a pieno le esigenze che i più piccoli hanno nelle diverse fasi della loro crescita ma di questo ne parleremo in un altro post.
Quando un bambino è piccolo e scopre il mondo per la prima volta è fondamentale creare intorno a lui un ambiente stimolante che non limiti la sua creatività!
Nella società in cui viviamo, i ragazzi tendono fin da piccoli a conformarsi gli uni agli altri, perdono pian piano la loro curiosità perché qualcuno ha già belle che pronte per loro risposte per ogni cosa e in sostanza del luccichio dei loro occhi ingenui non rimane più nulla.
Per evitare bimbi pigri ed apatici è importante stimolarli continuamente e quale luogo migliore della propria stanza per iniziare?
Bandite dalla camera televisioni e altri apparecchi tecnologici...avranno tempo per appiattirsi e uniformarsi al resto dei coetanei....ma almeno nel frattempo avranno sviluppato un pensiero critico e creativo. Ovviamente non basta la decorazione o l'arredamento della stanza a compiere la magia...ma se state leggendo il post e condividete le mie parole...un passo in avanti è stato fatto!!! :)

L'ambiente è quindi il primo elemento a rivestire un ruolo fondamentale per lo sviluppo e la crescita, un concetto espresso anche dal Metodo Montessori: "L’idea alla base è che il bambino vada lasciato libero di esplorare il suo mondo, con la certezza che ci sia un impulso imperscrutabile in lui che lo spinge verso l’apprendimento. In questo senso, la curiosità del bambino è il vero motore dell’apprendimento che, se lasciato “girare” senza interferenze, porterà il bambino a sviluppare al massimo tutto lo spettro delle proprie capacità e a conquistare il mondo con la forza della sua intelligenza".

Il colore e la decorazione sono legati alla dimensione e alla forma della stanza. Immaginiamo una camera ideale, quadrata o rettangolare con dimensioni tali da essere arredata senza rubare troppo spazio con i mobili (comunque pochi e funzionali).

1. La carta da parati rappresenta un'idea interessante se scelta con cura: dei personaggi, un paesaggio, qualche elemento con cui interagire e creare storie....per imparare a divertirsi con quello che c'è. Ovviamente i bimbi devono essere lasciati liberi di poter "rovinare", scarabocchiare, imbrattare, altrimenti che gusto c'è? Sarebbe come trovarsi in un museo pieno di belle cose, con tante targhette che dicono "non toccare" e tutto questo non avrebbe alcun senso! La carta da parati si può sostituire quando saranno cresciuti e la camera non risponderà più alle loro esigenze!

Quella nella foto sotto è la splendida carta da parati magnetica di Sian Zeng, a d o r a b i l e!


Esistono anche delle deliziose carte da parati per bambini, realizzate per essere colorate e disegnate come questa deliziosa "Frames Wallpaper":


Carte da parati come storie illustrate,  fantastiche quelle di Mr Perswall:



2. La parete lavagna è una delle soluzioni che preferisco. Poter sfogare la propria creatività in piena libertà sulla parete credo sia molto liberatorio per un bambino. Tanto più che questa soluzione si presta ad essere ideale anche quando diventano adolescenti, per segnare promemoria, studiare, ripassare o personalizzare la propria camera! Una soluzione divertente ed economica.




3. Stickers... non sono tutti uguali!!!
L'idea degli adesivi da parete mi piace molto ma anche qui bisogna fare una distinzione... ci sono quelli che piacciono a voi e ci sono quelli che vanno bene per loro! Fin quando sono molto piccoli e non stanno dritti sui loro piedini potete sbizzarrirvi e mettere gli stickers che volete. Camerette bon bon, piene di disegni teneri e dolci che sono una meraviglia per gli occhi e una poesia per il cuore....a chi non piacciono? Eppure non hanno alcun valore didattico e ludico e visto che il nostro scopo è avere bimbi felici e svegli...è arrivato il momento di scegliere quelli per loro :).
In rete ho scovato questi di Peridea, una fabbrica italiana di adesivi murali:


Sono molto favorevole anche  a quelli che riproducono ambientazioni e aiutano la fantasia...una giungla per giocare all'esploratore o un'avventura sotto il mare... non c'è che l'imbarazzo della scelta!



4. Carta bianca... l'idea che preferisco! Prendete delle stecche di legno spesse non più di mezzo centimetro e attaccatele alla parete ad un'altezza da terra di circa 1.70 mt, serviranno per poter sistemare con delle puntine da disegno dei fogli di carta grandi, bianchi candidi dove nulla potrà frenare la fantasia dei vostri figli; loro saranno contenti e le vostre pareti saranno salve. I fogli possono essere sostituiti a piacere una volta pieni di scarabocc....ehm capolavori :)!Potete anche creare una galleria con i loro lavori sfruttando un corridoio o un'altra parete della cameretta...ne saranno orgogliosi e trascorreranno molto tempo a disegnare e sperimentare!



5. A questo punto rimane solo......il muro!
Senza spargimento di scarabocchi...arriva straight from Philips il magico kit di pittura digitale. 
Un piccolo proiettore laser traccia le linee dei disegni attraverso un pennello luminoso.
Delizioso connubio tra design e innovazione per decorazioni che svaniscono!


6. "Disegna ovunque"...decorazioni personalizzate in piena libertà!
Ponendo comunque dei limiti si intende... :P


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...