} -->

...la nuova vita di un tavolino da bar!

22.5.12

Adoro disegnare, colorare, pitturare, riciclare e ricreare...e alla fine lo stile Shabby ha contagiato anche me!
Questo stile, ha il sapore della semplicità degli oggetti vissuti e non è una moda passeggera. 
Shabby vuol dire letteralmente trasandato ed è una filosofia di recupero raffinato. 
Lo scopo è dare nuova vita ad un vecchio oggetto, donandogli un'allure romantica e vissuta al tempo stesso. I colori sono sempre morbidi e talcati in modo da creare un ambiente il più possibile luminoso. 

Un sito ricchissimo di spunti e idee creative legate alla tecnica Shabby che vi consiglio di visitare è  ShabbyChicInteriors.

Il mio primo esperimento con la tecnica shabby ha visto protagonista un vecchio tavolino da bar con struttura in ferro totalmente arrugginita e un piano in legno rivestito di materiale plastico decisamente bruttino a vedersi!!! 
Dopo aver scartavetrato e pitturato pazientemente et voilà... il mio tavolino  è diventato un degno elemento di arredo del mio giardino!

La decorazione sul piano l'ho presa da una vecchia scritta scovata nel web che ho ricalcato e ritagliato, creandomi uno stencil (ovviamente in commercio ce ne sono di pronti) ma  a me piace complicarmi la vita e così ecco il mio tavolino da bistrot...




Soddisfatta del risultato ho subito preparato una colazione da godermi in giardino...
caffè e crostatine di prugne e mele. 




In questa ricetta ho provato la frolla che Giovanni Allegro presenta nel libro -Prevenire i Tumori mangiando con gusto- mentre per la copertura ho preferito una composta di prugne secche e mele già collaudata e assolutamente deliziosa. 



Vi lascio la RICETTA:


Ingredienti per la frolla: 

-300 gr farina 2
- 150 ml di succo di mela
- 100 gr farina di mandorle 
- buccia tritata di  1/2 limone
- 1/2 bustina di cremor tartaro
- 3 cucchiai di olio di girasole spremuto a freddo
- un pizzico di sale marino integrale

Ingredienti per la composta:
- una confezione di prugne secche
- due mele
- 50 ml succo mela o uva
- un pizzico di sale marino integrale



In una boule mescolare le farine, il cremor tartaro, la buccia tritata di limone e un pizzico di sale. 
Aggiungere l'olio e lavorare la farina con le mani facendolo assorbire bene. Incorporare il succo di mela e lavorare velocemente fino ad ottenere un impasto morbido che va avvolto in un canovaccio.

Mettere le prugne a pezzi e le mele pulite e tagliate in una pentolina con succo di mela e un pizzico di sale. Far bollire  per circa 15/20 minuti circa e poi fate raffreddare.
Iniziare a stendere la pasta con il mattarello e metterla in una teglia unta e infarinata. 
Bucherellare il fondo e aggiungere il composto sopra. 
Decorare la crostata con striscioline o a piacere e infornare per 40 minuti circa 
(questo dipende la vostro forno)! 

Il mio brucia tutto in poco tempo quindi io la inforno mettendola bassa e coperta con la carta stagnola per 25 minuti circa, completo la cottura scoprendo la crostata per farla dorare in superficie. 



...deliziosa ma non adatta per palati abituati a sapori molto zuccherosi!!! 
  

Insalata di orzo e riso al pesto di piselli con fave e carciofi

11.5.12

Un buonissimo piatto per un "déjeuner sur l'erbe" con il quale partecipo alla bellissima iniziativa qui

Partecipare è semplice, basta seguire questa tabella con gli ingredienti ammessi!
Potete decidere di partecipare con la stesura di una o più ricette questo mese, con fave e/o piselli, oppure farlo nei mesi seguenti, se preferite un altro ingrediente. 
Se possedete un blog, potete inoltre candidarvi per ospitare l'iniziativa in uno dei mesi a seguire, per uno degli ingredienti concordati, che cercano ancora una padrona di casa.







Ingredienti per due persone:

90 gr di orzo
70 gr di riso integrale
150 gr fave fresche sbucciate
150 gr piselli freschi sbucciati
2 carciofi
basilico
scalogno
olio evo
due cucchiai di tamari 
sale qb
pinoli tostati e radicchio per guarnire



In una pentola mettere i cereali (orzo e riso), perfettamente lavati con una quantità di acqua pari a 1,5/2 volte
 il loro volume. Aggiungere un pò di sale e portare a bollore. Abbassare la fiamma al minimo e coprire con
 un coperchio. Far cuocere il tutto per 30 minuti, spegnere e lasciare in pentola per altri 15/20 minuti. 

Pulire i carciofi e metterli a bagno in acqua acidulata per una decina di minuti.
Sgranare i piselli e le fave e lavarli bene.

Nel frattempo tritare finemente lo scalogno e farlo appassire in una pentola di acciaio con un pò di olio e un
filo di acqua e poi aggiungere i carfiofi tagliati a spicchi non troppo grandi.

A parte portate a bollore una pentolina di acqua e versateci le fave e una parte dei piselli. Dopo 10 minuti 
scolateli e aggiungeteli ai carciofi. Mantecare con il tamari e l'olio evo.

I piselli restanti servono per creare il pesto. Frullare due manciate di piselli con abbondanti foglie di basilico 
lavato, un cuchiaio di olio, uno di acqua.

Unire il pesto all'orzo e riso, mescolare e aggiungere il resto del sugo. 

Guarnire con radicchio affettato finemente e pinoli tostati. Spruzzate di limone per un sapore ancora più 

fresco.

Buon appettito!




Le smorfiose creazioni di Les Néréides

10.5.12

Ieri passeggiando per le vie del centro storico di Ancona  - nelle Marche :) - ho avuto la fortuna di imbattermi in un delizioso negozio di bijoux dal sapore francese .... Les Néréides.
Avevo già avuto modo di vedere le loro creazioni su internet ma dal vivo vi assicuro che sono un'altra cosa...una festa per gli occhi che conquista al primo sguardo!!!
Questi bijoux sono delle vere opere d'arte in miniatura, in cui ogni dettaglio è disegnato con cura e fantasia. Le linee sono molte e non tutte sono progettate con lo stesso garbo e la stessa eleganza...in effetti sembra difficile immaginare che linee e generi così distanti tra loro riescano a rappresentare lo stesso marchio!!!
Viva la varietà di gusti...mi fermo ad esclamare!
Ovviamente non potevo non entrare e soprattutto uscire a mani vuote.... per me una splendida collana della serie "Pas de deux" , un tema classico di Les Nereides ispirato alla grazia e alla femminilità delle ballerine di danza e.....




...un delizioso paio di orecchini con pietre gialle e verdi ed una margherita in resina dipinta a mano dall'anima vintage!!!

Date una sbirciata alle loro creazioni sullo shop on line  ...ce n'è per tutti i gusti... intanto rifatevi gli occhi con queste immagini!!!











Buona Giornata
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...